Ultima modifica: 31 Maggio 2021
Liceo Statale "Ettore Majorana" > Circolari > CIRCOLARI ARCHIVIO > Circ. n. 264 – Certificazioni delle competenze classi seconde; riferimenti normativi e indicazioni sulle modalità di svolgimento e rilevazione

Circ. n. 264 – Certificazioni delle competenze classi seconde; riferimenti normativi e indicazioni sulle modalità di svolgimento e rilevazione

Circ. 264

San Giovanni La Punta, 31/05/2020

 

Agli studenti delle classi seconde

E alle loro famiglie

Ai docenti con particolare riguardo ai docenti delle classi seconde

e ai referenti di dipartimento

Al personale ATA

Al DSGA

Al SITO

   

Oggetto:

Certificazioni delle competenze classi seconde; riferimenti normativi e indicazioni sulle modalità di svolgimento e rilevazione

La Certificazione delle Competenze chiave di cittadinanza da parte di tutti gli istituti secondari di secondo grado adempie alle prescrizioni del Decreto 139/2007 che prevede il rilascio del Certificato delle Competenze alla fine dei 10 anni di istruzione obbligatoria. Tale obbligo è stato reso esecutivo dall’anno 2010/11 dal D.M. 9 del 27/01/2010 con la pubblicazione del modello di certificazione che ha completato il quadro normativo ed ha dato attuazione alla Certificazione delle Competenze chiave di cittadinanza. La normativa richiamata si collega alla Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio europeo del 18 dicembre 2006 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente che è vincolante per tutti gli stati membri al fine di equiparare tutti i titoli culturali dell’Unione Europea.

Il Modello di certificazione è strutturato in modo da rendere sintetica e trasparente la descrizione delle competenze di base acquisite a conclusione del primo biennio della scuola secondaria superiore, con riferimento agli Assi culturali che caratterizzano l’obbligo di istruzione:

  • dei linguaggi;

  • matematico;

  • scientifico-tecnologico

  • storico-sociale.

Tali assi culturali, in linea con le indicazioni del Quadro Europeo dei titoli e delle qualifiche (EQF), fanno riferimento alle seguenti definizioni:

  • Conoscenze: indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le conoscenze sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.

  • Abilità: indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare knowhow per portare a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti).

  • Competenze: indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termine di responsabilità e autonomia.

Il Certificato ha la finalità di misurare, per ogni ragazzo, il grado di raggiungimento delle “Competenze chiave di cittadinanza” al termine dell’istruzione obbligatoria. I saperi e le competenze oggetto di certificazione sono perciò riferiti ai suddetti quattro assi culturali descritti nell’Allegato del predetto D. 139/2007. La procedura di Certificazione Competenze dovrà operare in coerenza a quanto definito negli Assi culturali del D.M. 139/2007 e nel rispetto del sistema di valutazione PISA-OCSE che deve essere adottato in quanto esplicitamente richiamato nel predetto D.M. Tale sistema di valutazione si basa sulla rilevazione delle Competenze le quali, non sono misurabili direttamente, ma sono rilevabili nella misura in cui l’alunno ha la capacità di usare le Conoscenze e le Abilità in situazioni concrete: di studio, di lavoro, di responsabilità e di autonomia. Le Competenze escono dal recinto disciplinare e assumono quindi una dimensione pluridisciplinare rappresentata dall’Asse culturale. Ciascun Asse culturale codifica poi varie Competenze e per ciascuna di esse, sono codificate a cascata, varie Abilità e Conoscenze.

I docenti delle classi seconde sono chiamati a gestire la fase didattica di creazione di batterie di test bilanciati e pertinenti o di altri strumenti atti alla rilevazione di dati oggettivi ai fini di procedere alla certificazione delle competenze e quindi, in relazione agli esiti delle prove somministrate, riportare nel Certificato per ogni Competenza il Livello raggiunto dall’alunno (Base, Intermedio, Avanzato, oppure Livello Base non raggiunto) secondo indicatori dati nelle rubriche di riferimento che, secondo il sistema di valutazione PISA, non è focalizzato sulla padronanza di contenuti curricolari, ma sulla misura in cui gli studenti sono in grado di utilizzare competenze acquisite negli anni di scuola per affrontare e risolvere problemi e compiti che si incontrano nella vita quotidiana e per continuare ad apprendere in futuro. PISA ha infatti l’obiettivo generale di verificare in che misura i quindicenni scolarizzati abbiano acquisito alcune competenze giudicate essenziali per svolgere un ruolo consapevole e attivo nella società e per continuare ad apprendere per tutta la vita. La valutazione delle competenze da certificare in esito all’obbligo di istruzione, “è espressione dell’autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione sia individuale che collegiale, nonché dell’autonomia didattica delle istituzioni scolastiche” (art. 1 del D.P.R. 122/ 2009) ed è effettuata dai consigli di classe per tutte le competenze elencate nel modello di certificato, allo scopo di garantirne la confrontabilità. 

Riguardo ai tempi e alle modalità di somministrazione delle prove e rilevazione dei dati, a motivo della emergenza pandemica che ha richiesto un piano graduale di rientro nella didattica in presenza e articolazione interna dei singoli gruppi classe in modalità mista, si dà facoltà ai singoli consigli di classe, pur nella armonizzazione e strutturazione delle prove secondo le indicazioni sopra fornite e dai dipartimenti recepite, di procedere ad organizzazione autonoma, previ raccordi e intese per le vie brevi con i responsabili dei Docenti coordinatori di Dipartimento e notizia alla scrivente alla mail dirigentescolastico@majoranaliceo.edu.it.

In relazione a quanto sopra richiamato, si ricorda  che al termine delle operazioni di scrutinio finale, i consigli di classe compileranno per ogni studente la suddetta scheda (All. 1), che sarà conservata agli atti dell’istituzione scolastica.  

Allegato 1 Scheda Competenze (da scaricare)

Allegato 1 in pdf

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

(Dott.ssa Carmela Maccarrone)

 

Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs.n. 39/1993